\\ Home Page : Articolo : Stampa
Quali sanzioni si rischiano utilizzando musica senza autorizzazioni?
Di Lorenzo Tempesti (del 16/01/2012 @ 23:37:56, in diritto d'autore, visitato 4492 volte)

Come spiegato nel post Diritti sulle musiche per filmati: licenze, liberatorie, autorizzazioni... quali sono necessarie?, per utilizzare un brano musicale in abbinamento a video è necessario dotarsi delle autorizzazioni dell'autore o dell'editore, e del produttore fonografico. Ma cosa accade a chi non segue questa disposizione?

La Legge 633/1941 all'art. 171, per gli utilizzi non autorizzati (non solo quelli legati al video), prevede la "multa da euro 51 a euro 2.065", che può essere ridotta a un massimo di 1.032 euro in caso il fatto sia commesso per colpa (cioè involontariamente). A ciò l'art. 174-bis aggiunge la "sanzione amministrativa pecuniaria pari al doppio del prezzo di mercato dell'opera o del supporto oggetto della violazione, in misura comunque non inferiore a euro 103,00". Infine, il titolare dei diritti d'autore può costituirsi parte civile, che significa che può chiedervi i danni arrecati dalla vostra violazione.

La considerazione più rilevante è comunque che la violazione costituisce reato penale e pertanto chi venisse "beccato" dovrà sostenere le spese e le fatiche di un lungo processo. E' prevista anche una sorta di "patteggiamento": se cioè si paga "la metà del massimo della pena stabilita dal primo comma per il reato commesso, oltre le spese del procedimento", "il pagamento estingue il reato".

Vi ricordo che www.suonimusicaidee.it offre gratuitamente e velocemente le autorizzazioni (licenze) per l'utilizzo delle musiche disponibili in abbinamento a video. La richiesta della licenza è sempre necessaria e non basta scaricare i files musicali (nemmeno se questi sono liberamente disponibili per il download) per avere il diritto di utilizzarli.

Immagine: Libro di Petr Kratochvil